Al fine di accompagnare le amministrazioni nei processi di innovazione organizzativa, istituzionale e tecnologica, agendo sull’empowerment delle persone, FPA ha progettato un percorso di formazione dedicato alle città, pensato per chi lavora dentro la PA e per la PA finalizzato a sviluppare conoscenze e competenze in grado di abilitare la trasformazione digitale e fornire «cassette degli attrezzi» e sapere utile, immediatamente spendibili all’interno delle organizzazioni su processi, norme e procedure.

Le città che aderiscono ad ICity Club seguiranno un percorso formativo specialistico che si sviluppa 130 ore di formazione in autoapprendimento, che permette la certificazione delle competenze necessarie a chi lavora nelle città, rilasciate con 12 open badge digital, (uno per ogni corso e competenza acquisita) più 1 open badge per chi ha completato tutto il percorso, per un totale di 13 open badge.

Il percorso formativo sarà fruibile sulla piattaforma FPA Digital School fino a dicembre 2021. Durante il periodo di validità dell’offerta gli utenti potranno usufruire liberamente e gratuitamente dei 12 corsi messi a disposizione in modo autonomo secondo le esigenze di ciascun partecipante.

Come aderire

 Per aderire all'iniziativa ICity Club 2021 e per maggiori informazioni scrivi a c.musacchio@forumpa.it 

Consulta i programmi di dettaglio presenti in questa pagina e per richieste di supporto contattaci scrivendo a didattica@forumpa.it

ICC | Conoscere gli obiettivi della trasformazione digitale
Nell'epoca del “digital first”, da un lato il cittadino richiede sempre più interazione digitale anziché fisica con le amministrazioni, dall’altro le tecnologie digitali offrono molteplici opportunità per semplificare, ottimizzare, velocizzare, rendere più trasparenti i processi della pubblica amministrazione e, quindi, migliorare la qualità e l’efficienza dei servizi erogati.

Il Codice dell'amministrazione digitale (d. lgs. n. 82/2005) accompagna le amministrazioni nella fase di transizione dal cartaceo al digitale mentre il Piano Triennale per l’Informatica nella Pubblica amministrazione 2019-2021 contiene una serie di iniziative e strumenti per supportare l’innovazione della pubblica amministrazione grazie al ricorso alle tecnologie digitali.

Il ruolo del dipendente pubblico

È necessario per il dipendente pubblico coinvolto nei processi e nei servizi conoscere gli obiettivi che caratterizzano la strategia nazionale per la trasformazione digitale della pubblica amministrazione e come è strutturata la governance del digitale in Italia.

Gli obiettivi di apprendimento

Gli obiettivi di apprendimento di questo corso per il livello di padronanza base sono:

  • Conoscere i principali diritti di cittadinanza digitale
  • Conoscere la figura del Responsabile per la transizione al digitale
Programma
Modulo 1 - Diritti di cittadinanza digitale
  • Lezione - I diritti dei cittadini digitali
  • Lezione - I doveri della PA nei confronti dei cittadini digitali
  • Pillole di... Competenze digitali dei dipendenti pubblici

Modulo 2 - La figura del Responsabile per la transizione al digitale

  • Lezione - Il Responsabile per la transizione al digitale
  • Pillole di... Il processo di nomina del Responsabile per la transizione al digitale
  • Pillole di... Chi sono gli interlocutori del Responsabile per la transizione al digitale

Test di verifica

ICC | Conoscere le tecnologie emergenti per la trasformazione digitale
Il Codice dell'amministrazione digitale (d. lgs. n. 82/2005) accompagna le amministrazioni nella fase di transizione dal cartaceo al digitale mentre il Piano Triennale per l’Informatica nella Pubblica amministrazione 2019-2021 contiene una serie di iniziative e strumenti per supportare l’innovazione della pubblica amministrazione grazie al ricorso alle tecnologie digitali.
Il ruolo del dipendente pubblico

È necessario che il dipendente pubblico possegga una “cultura digitale” di base relativamente ai trend e alle tecnologie che si stanno sviluppando in questo momento, e sia in grado di riconoscerne le potenzialità applicative anche in ambito pubblico.

Gli obiettivi di apprendimento

Gli obiettivi di apprendimento di questo corso per il livello di padronanza base sono:

  • Conoscere le caratteristiche degli strumenti tecnologici maggiormente diffusi nella vita quotidiana
  • Conoscere le applicazioni degli strumenti tecnologici maggiormente diffusi nella vita quotidiana

Il corso è organizzato in moduli composti da video lezioni animate, video pillole e tutorial, corredati da normative e strumenti utili per gli approfondimenti dei temi trattati e contestualizzarli al meglio al mondo della PA.

A completamento del corso è possibile svolgere un test di verifica di autovalutazione al fine di ottenere l'open badge per la competenza acquisita su Conoscere le tecnologie emergenti per la trasformazione digitale | Livello base. 

Programma

Modulo 1 - Gli strumenti tecnologici maggiormente diffusi nella vita quotidiana

  • Lezione 1 - Gli strumenti tecnologici d’uso quotidiano 
  • Lezione 2- Tecnologie abilitanti per la trasformazione digitale

Modulo 2 - Le applicazioni degli strumenti tecnologici maggiormente diffusi nella vita quotidiana

  • Lezione 3 - Il principio Digital first
  • Lezione 4 - Le applicazioni mobile

Test di verifica

ICC | Innovation Management. Open Innovation

L’innovazione è ormai una priorità in tutte le organizzazioni consolidate e oggi l’Open Innovation rappresenta una delle principali risposte adottate per rispondere alle esigenze di dinamicità nei mercati. 

Grazie al corso Innovation Management | Open Innovation acquisirai abilità di comprensione dell'innovazione attraverso i laboratori sperimentali e le start up innovative; conoscerai l'approccio corporate entrepreneurship. Infine, comprenderai il ruolo delle organizzazioni private e pubbliche nell'ecosistema dell'innovazione.

Programma
Modulo 1 - Elementi di Open Innovation
  • Lezione 1 - Open innovation: cos’è e come si fa
  • Lezione 2 - Le community di innovazione
Modulo 2 - Gestire l'innovazione nelle organizzazioni
  • Lezione 3 - Open Innovation e Corporate Entrepreneurship
  • Lezione 4 - Come gestire l'innovazione nell'organizzazione
  • Lezione 5 - Come misurare l'innovazione
Modulo 3 - Ecosistemi dell'innovazione
  • Lezione 6 - Creare un ecosistema dell'innovazione
  • Lezione 7 - Il ruolo delle start-up negli ecosistemi di innovazione
Test di verifica
ICC | Smart working. Contesto e leve progettuali

Il corso completo per conoscere il contesto dello Smart Working

Programma

Modulo 1 - Cosa è e come funziona. Principi e approcci dello Smart Working

  • Lezione 1 - Cosa è e come funziona. Principi e approcci dello Smart Working
  • Pillole di... Cos'è lo Smart Working: definizione e contesto di riferimento

Modulo 2 - Normativa di riferimento e diffusione nel settore pubblico e privato

  • Lezione 2 - Diffusione nel settore privato, pubblico e numero di Smart Workers
  • Lezione 3 - Il framework normativo dello Smart Working
  • Storie e testimonanianze - Lo smart working in Italia, stato di diffusione nella PA
  • FOCUS ON - Lo Smart Working come strumento di risposta al Covid-19

Modulo 3 - Spazi e tecnologie

  • Lezione 4 - Le tecnologie digitali per fare Smart Working
  • Lezione 5 - I principi alla base del ridisegno degli spazi lavorativi
  • Storie e testimonianze - Genova Città di Smart Working

Modulo 4 - Fattori critici di successo

  • Lezione 6 - I principi alla base di una Smart Leadership
  • Lezione 7 - Le 5 fasi per sviluppare un progetto di Smart Working
  • Pillole di... Una giornata di Smart Working. Organizzare Smart Meeting virtuali
  • Pillole di... Una giornata di Smart Working. Consigli per lavorare da remoto

Modulo 5 - Falsi miti e difficoltà reali

  • Lezione 8 - Il lato oscuro dello Smart Woking: falsi miti e difficoltà reali
  • Pillole di... Falsi miti e difficoltà reali dello Smart Working

Modulo 6 - Benefici dello Smart Working

  • Lezione 9 - I benefici dello Smart Working
  • Storie e testimonianze - Smart working per la PA: il modello proposto dal progetto VeLA

Test di verifica


ICC | Metodologie di project management: come passare da una progettazione tradizionale a cascata a metodologie più agili

Il corso è dedicato allo sviluppo di competenze per la gestione dei progetti, nell’ambito della pubblica amministrazione, mediante l’utilizzo di differenti framework di project management e agile project management, e dei relativi strumenti.

Il corso on line è così strutturato:

Introduzione 

  • Le metodologie di Agile Project Management 

MODULO 1 – Metodologie e framework di project management

  • Lezione 1 - Approccio Waterfall, Lean, Agile: di cosa stiamo parlando
  • Lezione 2 - Approccio Waterfall (Parte I) Introduzione all'approccio Waterfall.
  • Lezione 3 - Approccio Waterfall  (Parte II) Le fasi tipiche dell'approccio Waterfall.
  • Lezione 4 - Approccio Waterfall (Parte III) Output di progetto in un approccio Waterfall.
  • Lezione 5 - Approccio Lean (Parte I) Introduzione all'approccio Lean.
  • Lezione 6 - Approccio Lean (Parte II) Il ruolo dei membri del team.
  • Lezione 7 - Approccio Agile (Parte I) Introduzione all'approccio Agile. 
  • Lezione 8 - Approccio Agile (Parte II) I vantaggi dell'approccio Agile

MODULO 2 – Agile Project Management: principi e vantaggi e metodologie a confronto

  • Lezione 9 - Principi Agile: persone
  • Lezione 10 - Principi Agile: iterazioni
  • Lezione 11 - Framework a confronto (Parte I) Dall'Agile Unified Process allo Scrum.
  • Lezione 12 - Framework a confronto (Parte II) Il passaggio ad approcci più adattivi.

Test di verifica

ICC | Agile Collaboration

Per far sì che il proprio business sia sostenibile e di successo in un mercato volatile e incerto, è fondamentale instaurare uno stile di collaborazione Agile e orientato al cliente. In questo percorso verranno perciò esplorati diversi principi, competenze e approcci necessari per mettere in pratica l'agilità, come ad esempio il Design Thinking, la Lean Startup o l'Agile mindset.

Programma

Modulo 1 | Approccio agile allo smart working

  • Lezione 1 - Introduzione alla cultura Agile: i principi e il mindset
  • Lezione 2 - Competenze imprenditoriali nel mondo digitale: collaborazione
  • Lezione 3 - Lavorare e collaborare in modalità agile: cos’è lo Smart Working

Modulo 2 | L'utente al centro: approcci e metodologie

  • Lezione 4 - Approcci Customer-centric: Cos’è il Design Thinking
  • Lezione 5 - Approcci Customer-centric: cos’è la Lean Startup
  • Lezione 6 - Le metodologie Lean e Customer-centric: i punti di contatto tra i diversi approcci agili

Modulo 3 | Come rendere il lavoro collaborativo agile ed efficace

  • Lezione 7 - Come si lavora in una Agile Organization
  • Lezione 8 - Le caratteristiche di un team Agile efficace
  • Lezione 9 - Il contesto nel quale viviamo e lavoriamo: volatile, incerto, in continuo cambiamento

Test di verifica 

ICC | Competenze trasversali | Autodeterminazione per il coordinamento dei gruppi

Il corso Competenze trasversali per l'autodeterminazione di sé nel coordinamento di gruppi di lavoro ha l'obiettivo di analizzare e approfondire il punto di vista dei coordinatori di gruppi, con un focus sull'ambito lavorativo. Partendo dalla percezione che il coordinatore ha sul suo senso di autoefficacia e dal suo livello di intelligenza emotiva, si restituisce una panoramica delle situazioni vissute dal coordinatore di gruppi, dei tipi di leadership organizzativa ed emotiva più diffusi, nonché delle pratiche più efficace per la gestione emotiva dei conflitti all'interno dei gruppi di lavoro.

Programma

Modulo 1 - Introduzione alla leadership nei gruppi di lavoro

  • Lezione 1 - Guidare i gruppi di lavoro. Chi è il leader?
  • Pillole di... I compiti del leader
  • FOCUS ON - Organizzare il lavoro. Strumenti di lavoro collaborativo
Modulo 2 - Modulo II - Non c'è leadership senza engagement 

  • Lezione 2 - Mente-braccio. Trasmettere la mission alle risorse
  • Lezione 3 - Trasmettere la visione del leader. Ma quale visione?  
  • Pillole di... Endorsement. Strumenti e metodologie per la valorizzazione delle risorse
  • Pillole di... Engagement. Strumenti e tecniche di team building
  • Pillole di... Sharing Knowledgement. La comunicazione in un gruppo di lavoro 
Modulo 3 - "Navigare" nel conflitto. L'atteggiamento del leader

  • Lezione 4  - Atteggiamento del leader nella gestione dei conflitti
  • Pillole di... Comprendere punti di vista divergenti. Un metodo pratico 
Test di verifica 
ICC | Smart Leadership

Il corso presenta gli strumenti fondamentali che il Manager deve far propri per favorire un cambiamento culturale all’interno dell’organizzazione coerentemente all’introduzione dello Smart Working: i quattro principi di una Smart Leadership, il nuovo ruolo del capo in una Result Driven Company e infine alcuni strumenti per gestire e ingaggiare il proprio team come la definizione di Smart KPIs, Smart Objectives e il Continuous Feedback.

Programma

Modulo 1 - La smart leadership

  • Lezione 1 - I 4 principi di una Smart Leadership
  • Lezione 2 - Results Driven Management: il nuovo ruolo del capo

Modulo 2 - Valutazione delle performance: indicatori e obiettivi

  • Lezione 3 - Smart KPIs: valutare le performance dei team da remoto
  • Lezione 4 - Definire obiettivi Smart e favorire il Continuous Feedback

Modulo 3 - Il ruolo dello smart leader

  • Lezione 5 - Gestire l’engagement delle persone in Smart Working
  • Lezione 6 - Essere leader nel mondo digitale? è questione di stile!

Modulo 4 - Sviluppo delle competenze trasversali per un team smart

  • Lezione 7 - L’intelligenza emotiva: perché serve in un mondo digitale
  • Lezione 8 - Reverse mentoring: a cosa serve e perché interessa anche a te
  • Lezione 9 - Come costruire un Dream Team agile con gli stili di apprendimento
  • Lezione 10 - Diventare influencer usando al meglio le risorse personali

Test di verifica


ICC | Semplificazione digitale

Il digitale offre nuove ed ampie opportunità per ripensare sia i processi aziendali sia le attività lavorative quotidiane, in modo da aumentarne l’efficacia e l’efficienza. Partendo dalle filosofie Lean e Agile, questo corso introduce alcuni principi fondamentali da seguire per semplificare le attività e illustra utili metodologie e strumenti per metterli in pratica, come il Kanban e il Process Mining.

Programma

Modulo 1 - Gli approcci Lean e Agile

  • Lezione 1 - I principi dell'approccio Lean
  • Lezione 2 - Introduzione alla cultura Agile: i principi e il mindset

Modulo 2 | Tecniche agile di ottimizzazione e automatizzazione

  • Lezione 3 - Ottimizzazione e Automatizzazione di processi e attività
  • Lezione 4 - Cos’è il Process Mining: una tecnica per analizzare i processi di business
  • Lezione 5 - Velocizzare e ottimizzare lo sviluppo di soluzioni innovative: principi e spunti dal framework SCRUM
  • Lezione 6 - Approcci Customer-centric: Cos'è la Lean Startup
  • Lezione 7 - Strumenti per ottimizzare attività e processi: il Kanban

Modulo 3 - Gestione del tempo (personale e di lavoro)

  • Lezione 8 -Gli impatti delle tecnologie digitali sui processi
  • Lezione 9 -Come gestire il proprio tempo

Test di verifica

ICC |  Progettare servizi usabili con lo Human Centred Design

Per ideare prodotti e servizi digitali occorre partire dall’analisi delle reali esigenze di chi ne usufruisce: gli utenti. La co-progettazione diventa il nuovo approccio dei processi innovativi.

Con il corso Servizi Digitali | Progettare servizi usabili con lo Human Centred Design conoscerai la definizione delle Personas e imparerai a definire i requisiti utente nella progettazione dei servizi. Comprenderai gli strumenti di verifica della qualità progettuale. Infine, saprai costruire team human centred, includendo competenze, ruoli e prospettive multidisciplinari.

Programma

Introduzione 

  • Introduzione alla Human-Centred Design
Modulo 1 - Introduzione al Human-Centred Design
  • Lezione 1 - Coinvolgere gli utenti attraverso un approccio Human-Centred Design
  • Lezione 2 - Comprendere gli utenti: obiettivi ed esigenze
Modulo 2 - Progettare e valutare servizi
  • Lezione 3 - Usabilità e User Experience
Modulo 3 - Definire i requisiti utente per progettare le soluzioni
  • Lezione 4 - Progettare dal prodotto all’esperienza
Modulo 4 - Gli strumenti di verifica
  • Lezione 5 - Verificare il design: valutazioni incentrate sull’utente
Modulo 5 - Implementare la soluzione progettuale: competenze, ruoli e strategie
  • Lezione 6 - Costruire il team: includere skill, ruoli e prospettive multidisciplinari
  • Lezione 7 - Definire una strategia: UX Maturity e ROI Test di valutazione finale

Test di verifica

ICC | Customer Experience: strategie, metodologie e approcci

Un percorso di Customer Experience mostra gli impatti positivi che una buona esperienza utente ha sulle performance degli enti.  

Attraverso il corso Servizi Digitali |  Customer Experience: strategie, metodologie e approcci conoscerai gli aspetti tecnologici e saprai individuare gli strumenti per progettare esperienze utente ingaggianti.

Programma

Introduzione 

  • introduzione alla Customer Experience

Modulo 1 - Elementi di Customer Experience

  • Lezione 1 - Che cos'è la Customer Experience
  • Lezione 2 - Le dimensioni della Customer Experience e i compiti di chi la disegna
  • Lezione 3 - Tecnologie e contenuti della Customer Experience
  • Pillole di...  Esperienze che adoriamo
  • Pillole di...  Esperienze che detestiamo
  • Pillole di...  Quali sono gli obiettivi principali di chi disegna le esperienze utente
  • Approfondimenti - Personas: un caso pratico
Modulo 2 - Strumenti per costruire esperienze efficaci
  • Lezione 4 - Strumenti e approcci per disegnare esperienze di successo
  • Lezione 5 - Dati e strumenti in rete per fare marketing intelligence
  • Lezione 6 - La gestione dei contenuti
  • Lezione 7 - Marketing Automation cos'è e come funziona
  • Pillole di...  Strumenti e approcci per modellizzare e disegnare esperienze utente
Modulo 3 - Ascolto e analisi nell'esperienza utente
  • Lezione 8 - Social Media Analytics e Listening
  • Lezione 9 - Web Analytics
  • Lezione 10 - Le dimensioni delle esperienze: modello ServQual
Modulo 4 - Valutazione della Customer Experience
  • Lezione 11 - Come misurare la qualità della Customer Experience
  • Lezione 12 - Processi e soddisfazione dei clienti Gap Analysis
  • Pillole di... Quali sono le metriche della Customer Experience

Test di verifica


ICC | Open Data Management. Strumenti e tecniche per produrre e valorizzare i dati aperti

I dati aperti sono considerati petrolio digitale, capaci di indirizzare le strategie nazionali verso un governo sempre più aperto e inclusivo.

Attraverso il corso Data Management | Strumenti e tecniche per produrre e valorizzare i dati aperti conoscerai la definizione di dati aperti e approfondirai il ruolo della pubblica amministrazione nello sviluppo di prodotti e servizi innovativi. Inoltre, comprenderai il valore del riuso dei dati come concreta possibilità di creare valore pubblico. Infine, conoscerai la strategia nazionale dei processi di valorizzazione del patrimonio informativo pubblico.

Programma

Introduzione al corso

Modulo 1 - Generare servizi di qualità dal riuso dei dati aperti

  • Lezione 1 - (Parte I) I dati che creano valore pubblico
  •                       (Parte II) Il paradigma dell’open data
  • Lezione 2 - Produrre dati di qualità per abilitare servizi innovativi

Modulo 2 | Favorire il riuso dei dati aperti

  • Lezione 3 - Generare servizi di qualità dal riuso dei dati. Modelli ed esperienze
  • Lezione 4 - Come e perché rendere accountable il riuso dei dati aperti

Modulo 3 | Procurement dei dati aperti

  • Lezione 5 - La governance degli open data in Italia
  • Lezione 6 - Organizzare la disponibilità dei dati in formato aperto

Test di verifica