L’invecchiamento della popolazione, l’aumento delle patologie croniche legato anche a stili di vita scorretti e le limitate risorse economiche e umane mettono sotto pressione il sistema sanitario, imponendo un cambiamento che deve concretizzarsi in migliori servizi sanitari per gli assistiti, maggiore efficienza dell’assistenza medica da parte dei professionisti e razionalizzazione delle risorse economiche.I modelli organizzativi di presa in carico e continuità di cura per la gestione della cronicità non possono però essere pensati escludendo la tecnologia, che deve essere integrata fin dall’inizio nella progettazione dei nuovi processi di cura.

La “Connected care” -  intesa come un sistema che includa nuovi modelli organizzativi e soluzioni tecnologiche, al fine di abilitare la condivisione delle informazioni cliniche dei pazienti tra tutti gli attori coinvolti nel processo di cura (medici e infermieri ospedalieri, operatori sanitari sul territorio e a domicilio, pazienti, assicuratori, referenti istituzionali, ecc.) - risulta essere l’ambito su cui incentrare la risposta ai bisogni per un efficientamento del sistema sanitario.

In questa prospettiva, le nuove tecnologie diventano un canale fondamentale per sviluppare le modalità di relazione e di servizio per l’assistito e i caregiver lungo tutte le fasi del percorso di salute: dall’accesso ai dati sanitari, alla fruizione dei servizi, fino ad arrivare al monitoraggio delle terapie e all’adozione di comportamenti preventivi basati su analisi di modelli statistici. Tra queste si inseriscono le potenzialità dei device “mobile”, delle app e di strumenti quali assistenti vocali e tecnologie innovative per l’assistenza domiciliare e la gestione della cronicità.

La sessione si pone l’obiettivo di individuare e valutare gli strumenti e le tecnologie di supporto alla continuità di cura, utili a migliorare l’attività dei professionisti sanitari e i servizi erogati ai propri assistiti. Nello specifico verranno condivisi alcuni modelli ed individuate soluzioni a copertura delle diverse esigenze di gestione dei pazienti: PDTA governati da sistemi di workflow, realizzazione di centri servizi con supporto di CRM, valutazione esiti e risultati di cura, integrazione con il Fascicolo Sanitario Elettronico, revisione del modello di assistenza domiciliare, integrazione con medical devices, IoT, utilizzo di mobile health, weareable device, assistenti vocali, chatbot, intelligenza artificiale.

Relatori

Claudio Carlo Franzoni, Senior Advisor Healthcare - P4I - Partners4Innovation
Gianluca Polvani, Direttore Cardiochirurgia e Direttore Telemedicina - Centro Cardiologico Monzino 
Alfreda CalligarisCardiologa U.O. Telecardiologia - Centro Cardiologico Monzino

NB: Il video integrale di questa Academy è rilasciato gratuitamente e in libera fruizione in questa pagina, non bisogna iscriversi al corso per accedervi.

Per qualsiasi ulteriore informazione consulta la pagina dell'evento o scrivi a fpadigitalschool@fpanet.it



  • Enrolled students: No students enrolled in this course yet